lunedì 11 maggio 2009

La Fiat pianifica la chiusura di stabilimenti in tutta Europa












Handelsblatt, 7.5.09


[articolo originale qui]

BERLINO. La Fiat pensa alla chiusura di diversi stabilimenti in Europa nel caso dovesse riuscire nella scalata alla Opel. Come risulta dal progetto „Phoenix“, pubblicato su Handelsblatt, dovrebbero essere ridimensionati anche altri siti di produzione. A quanto pare il progetto si sviluppa sul concetto presentato nei giorni scorsi dal capo della Fiat Marchionne durante l’incontro di Berlino con il ministro delle finanze Karl Theodor zu Guttenberg (CSU).

Tra gli stabilimenti che potrebbero essere chiusi c’é anche quello di Kaiserslautern. Rüsselsheim e Bochum dovrebbero essere ridimensionati. Il capo della Fiat Marchionne, martedí scorso, dopo che si erano diffuse le notizie sulla possibile chiusura di Kaiserslautern, in una intervista ha comunque garantito il mantenimento della produzione in tutti e 4 gli stabilimenti tedeschi.

Dovrebbero essere invece ridimensionati i siti ex-GM di Saragozza (Spagna), Trollhättan (Svezia), Anversa (Belgio). In pericolo sono anche i siti di Luton (Gran Bretagna) e Graz (Austria).

La Fiat vuole chiudere anche alcuni dei propri stabilimenti: sulla lista nera c’è un sito nel sud Italia e uno nel Nord. Le fabbriche fiat in Francia, Polonia, Grecia e Serbia non saranno toccate.

Sulla stampa si dice che la struttura delle „marche“ dovrebbe restare inalterata. La sede centrale Opel dovrebbe rimanere Rüsselsheim. Fiat manifesta anche l’intenzione di non fermarsi agli stabilimenti ex GM in Europa ma di voler entrare anche in Sud America e Sud africa. Il concetto "Progetto Phoenix" porta la data di Maggio 2009 ed è inferiore rispetto ai vecchi piani degli italiani che mercoledì ancora erano nell’aria. Così la Fiat nega che sia nei piani aziendali la chiusura o comunque il ridimensionamento di 10 siti produttivi.

(tradotto da Cristiana L. )

2 commenti:

Andrea ha detto...

ma prima di fare ste cose per l'amor d idio è liberissima di farlo, non potrebbe fare un versamento ad ogni singolo italiano con tutti i soldi che gli abbiamo dato..

Ulisse9 ha detto...

Ma in Italia quasi nessuno ne è al corrente.
Ciao