venerdì 11 settembre 2009

Silvio Berlusconi può suscitare invidia a molti, ma è un uomo arrabbiato






The Times, 10.09.09

[articolo originale di Richard Owen qui]

A Silvio Berlusconi piace ripetere che agli italiani "piace come è" - o anche che tutti loro "vorrebbero essere come me", come ha detto questa settimana. E ha ragione: molti (specialmente la metà maschile) pensano al suo stile di vita - ville, yacht, belle donne - e pensano "beato lui!".

Le ultime accuse su donne pagate per partecipare alle sue feste e in alcuni casi per fare sesso con lui non basteranno a farlo cadere; ci sono state storie simili da quando sua moglie ha chiesto il divorzio lo scorso maggio.

Gli uomini italiani (e un numero soprendente di donne) tendono ad alzare le spalle, o anche a sorridere con complicità quando Berlusconi fa notare, strizzando l'occhio: "Non sono un santo".

Il premier stesso non si trova sotto indagine, e Giampaolo Tarantini, l'affarista barese che procurava le donne, ha detto piú volte che Berlusconi non avesse idea che fossero state pagate per compiacerlo. Le sue barzellette da bar suonano rozze o superate alle orecchie straniere, ma molti italiani ordinari le ritengono una prova che, per quanto sia ricco e potente, Berlusconi resti "uno di noi".

La sua popolarità resta alta: dai suoi stessi calcoli, il tasso di gradimento di Berlusconi è quasi del 70%. Sebbene sia in realtà quasi del 50%, secondo gli ultimi sondaggi attendibili, questo rimane comunque notevolmente alto per un premier circondato da scandali in un momento di recessione economica.

E comunque, come un giornalista faceva notare ieri, nonostante tutto ciò Berlusconi dà l'idea di essere un uomo "arrabbiato, sconfitto e depresso che litiga con tutti". Ha basato per 15 anni la sua carriera politica sull'immagine attraverso il suo impero televisivo e pubblicitario, ma questa immagine sta sbiadendo.

Il sorriso e il buonismo sono sempre meno convincenti, il nervosismo trattenuto a stento. I suoi problemi - che questa estate riteneva evidentemente di stare per superare - si stanno improvvisamente moltiplicando, distraendolo in un momento in cui l'Italia ha bisogno di una mano ferma sulla gestione dell'economia.

Le sue stravaganze hanno solo peggiorato le cose. Molti italiani continueranno a perdonarlo. Alcuni - incluso qualcuno della sua stessa coalizione - no.


4 commenti:

Giorgio ha detto...

Bentornati.

Kaishe ha detto...

Ben trovati.
Io credo che non sia solo un uomo arrabbiato... ma che la sua ex-moglie avesse ragione. E' un uomo ammalato.
Di sicuro è un uomo che ha qualche problema a livello psichico.
Peccato che abbia infettato così tanti italiani!

Ciarciagallo ha detto...

Grazie Giorgione!
Bentrovata Kaishe!

Pech ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.